Camelot, la patria della cavalleria

Camelot, la patria della cavalleria (http://www.camelot-irc.org/forum/index.php)
-   Terre lontane (http://www.camelot-irc.org/forum/forumdisplay.php?f=26)
-   -   Area 71 (http://www.camelot-irc.org/forum/showthread.php?t=2575)

Guisgard 06-06-2019 00.14.48

Area 71
 
AREA 71

"Il cielo annunzi la sua giustizia,
Dio è il giudice."


(Salmo 50)





Le luci al neon del corridoio emanavano un tipo di chiarore vago e decadente, come si vede in quei palazzi degli anni'70 dello scorso secolo o in quei bar di bassa lega presenti nei vecchi film polizieschi di una volta.
Il rumore di passi decisi ticchettava qui e là, tra l'odore di fumo ed il mormorio deciso dei tanti addetti al personale che andavano e venivano tra una stanza e l'altra.
Belven camminava a passo svelto, con una sigaretta divenuta ormai cicca nella bocca e gli occhi puntati sul copione che sfogliava senza entusiasmo.
Accanto a lui camminavano alla medesima velocità, diciamo così, lo sceneggiatore ed uno dei produttori, entrambi impegnati a convincere il quotato presentatore circa la bontà dell'imminente puntata da mandare in onda.
“Mi avevate promesso un ufologo famoso” disse Belven tirando via la cicca “ed uno scrittore di fantascienza autore di mezza dozzina di libri... ed invece chi mi ritrovò?” Chiudendo il copione e sbuffando.
“Avanti, Belven...” il produttore “... non è facile reperire gente simile. Vuoi forse che i ricavi della pubblicità finiscano nelle tasche di simili ospiti anziché nelle tue?”
“Si, ma dopo non venite a farmi le scatole così per il vostro indice di ascolto.” Belven piazzando il copione nelle mani del produttore.
Entrò allora in sala e subito la truccatrice si avventò su di lui, mentre un uomo dall'aspetto viscido e servile gli ricordava le battute per andare in onda.
Dalla regia qualcuno cominciò un conto alla rovescia dal numeri 10 e nell'esclamare lo 0 tutta la macchina televisiva entrò in funzione.
“Buonasera, Afragolignone!” Esclamò con aria solare Belven. “Vi adoro... oh, se vi adoro!” Sorridendo alla telecamera. “In primis lasciatemi salutare un caro telespettatore che ogni giorno mi invia una barzelletta. Oggi posso raccontarla anche a voi, poiché è finalmente sul tema delle nostre puntate, ossia gli extraterrestri e non è vietata ai minori!”
In sala tutti risero ed applaudirono.
“Qual'è il colmo per un marziano?” Chiese al pubblico Belven. “Essere lunatico, ovvio!”
Di nuovo risate ed un applauso.
“Ma entriamo subito nel vivo della nostra puntata...” Belven “... con i nostri ospiti... Trip Muss e Lof Catty!” Il pubblico li accolse applaudendo.
“Trip è un noto contattista, come lui ama definirsi...” Belven sedendosi in mezzo ai due ospiti “... benvenuto, Trip. Avanti, parlaci dei tuoi contatti extraterrestri, amico mio.”
“Si...” ispirando forte Trip “... ci tengo a dire, se mi è concesso, che i miei contatti extraterrestri avvengono attraverso sensazioni e presentimenti cinetici... i miei amici spaziali hanno infatti sviluppato un sistema nervoso infinitamente superiore al nostro...”
“Capisco.” Annuì Belven.
“Ebbene, loro... mi hanno rivelato...” deglutendo Trip “... che la fine del mondo è vicina... e sarà inesorabile... ma abbiamo la possibilità di evitarlo...”
“Quindi ci danno una possibilità i tuoi amici marziani, Trip?” Fissandolo Belven.
“Si...” annuì Trip “... noi infatti abbiamo il potere di evitare la fine del mondo...”
“Beh, cosa aspetti, Trip?” A lui Belven. “Dicci cosa possiamo fare per salvarci!”
“Ecco...” respirando profondamente Trip “... loro mi hanno rivelato... che... se la Juventus non smetterà di vincere scudetti a raffica... il mondo finirà... ed una nuova specie di esseri umani prenderà il nostro posto su questo pianeta.” Sospirando forte come se si fosse liberato di chissà cosa.
“Per la miseria, Trip...” perplesso Belven “... non ci lasci molta scelta... e dimmi... i tuoi amici marziani ti hanno anche detto quale altra squadra dovrebbe vincere gli scudetti al posto della Juventus?”
“Si...” rispose emotivamente Trip.
“Lo immaginavo...” sarcastico Belven “... ma forse l'altra nostra ospite non sarà d'accordo.” Voltandosi verso la donna. “Lof, se ben ricordo a te gli alieni hanno fatto rivelazioni diverse, giusto?”
“Si...” annuì Lof “... io... io posso affermare con assoluta certezza che la fine del mondo avverrà esattamente nell'anno 2365... alle 16 del pomeriggio.” Con occhi spiritati.
“Senza dirci il giorno ed il mese?” Ironico Belven.
“Non ci è dato saperlo questo...”
“E puoi dirci in che modo sei stata contatta da questi marziani, Lof?”
“Si...” fissandolo Lof “... ero a casa mia... stavo facendo le pulizie in salotto... quando qualcuno bussò alla mia porta... era un venditore di aspira polveri senza filo... un uomo alto, dalla pelle nera, be piazzato e dai modi gentili... e... e lui mi chiese di entrare per mostrarmi il suo... il suo aspirapolvere... poi ad un tratto mi svelò la verità... lui era un alieno in visita sulla Terra... io non so cosa accadde poi... forse mi ipnotizzò o mi inviò qualche impulso nervoso... ma la mia volontà credo si azzerò del tutto... e... e poi... io... mi ritrovai nella mia camera da letto... ecco... lui... .lui fece sesso con me... e poi mi rivelò la data della fine del mondo...”
Belven restò a fissarla per un lungo istante, per poi guardare la telecamera.
“Beh, cosa dire, amici ed amiche che ci seguite?” Alzandosi e parlando alla telecamera. “Mai fidarsi dei venditori di aspirapolvere senza fili!” Ridendo. “Anche oggi il tempo a nostra disposizione è concluso e quindi non mi resta che lasciare a voi decidere quale fra queste due rivelazioni extraterrestri merita credito! Dagli studi di Canale 29 il vostro Belven vi dice...” portando le mani alle tempie e fingendo di parlare al pubblico telepaticamente “... alla prossima puntata!”
Gli applausi riempirono lo studio e partì la sigla di chiusura del programma.
“Molto bene!” Il produttore raggiungendo Belven nel camerino.
“Mi prendi in giro?” Fissandolo il presentatore. “Andiamo, li hai sentiti? Un antijuventino ed una casalinga insoddisfatta che si trastulla con un venditore nero porta a porta. Ma chi pretendi segua il nostro programma?” Prendendo il cellulare ed aprendo la pagina on line di annunci di lavoro. “Guarda... tra un po' andremo tutti a spasso e ci servirà un nuovo lavoro!”
Sulla pagina Internet vi erano infatti svariati annuncio di lavoro.
Si cercavano assistenti per studi scientifici, soldati e soldatesse alla base militare, spogliarelliste per nightclub ed anche segretarie per l'ufficio del sindaco.
Vi erano poi richieste per infermiere e medici, per istruttori di volo, per badanti e periti tecnici ed informatici.
https://themoviemylife.files.wordpre...2&h=372&crop=1


+++

Lady Gwen 06-06-2019 00.37.03

Avevo cerchiato l'annuncio come assistente per studi scientifici sul giornale qualche giorno fa e mi ero subito fiondata.
Avevo conseguito degli ottimi risultati alla mia laurea in scienze e tecnologie fisiche e ora volevo mettere tutto a frutto, senza esitazioni.
Volevo che ciò che avevo studiato diventasse il mio lavoro, la mia vita e questa doveva sicuramente essere la mia occasione, me lo sentivo.
Mi preparai, vestendomi in maniera curata, ma non eccessiva e mi diressi verso l'istituto che aveva pubblicato l'annuncio.
Ero un po' nervosa, anzi più di un po', non sapevo cosa avrebbero detto, cosa mi avrebbero chiesto e ciò causava in ne parecchia agitazione.
Mi diressi verso il palazzo a vetri dalle linee moderne ed essenziali e, all'interno, fui indirizzata da una ragazza cortese ed educata al terzo piano dell'edificio.
Lì, avrei atteso che venisse chiamato il mio nome per il colloquio.
Raggiunsi una sala dai colori chiari e luminosi, presi posto su uno dei divani ed aspettai.https://uploads.tapatalk-cdn.com/201...8353e1f19a.jpg

Inviato dal mio Redmi Note 5 utilizzando Tapatalk

Guisgard 06-06-2019 00.51.54

Gwen raggiunse il palazzo di vetro, sede della Società Scientifica, attendendo il suo turno in una saletta bianca.
Dopo una mezz'oretta una segretaria dall'aria svampita venne a chiamarla, pregandola di seguirla.
La condusse così in un'ufficio ben arredato, dove, dietro una scrivania, stava un tipo di bell'aspetto, dai capelli neri e lo sguardo scuro e fascinoso.
"Professore..." disse la segretaria indicando Gwen.
"Eh?" Alzando lo sguardo dal suo pc lui. "Ah, si... prego prego..." facendo cenno con una mano a Gwen di sedersi.
La segretaria uscì.
"Benvenuta..." fece lui scrutando attentamente Gwen "... piacere, sono il professor Elv Bell." Porgendole la mano. "Immagino sia qui per il colloquio..." osservandola "... mi parli un pò di lei... prego." Accennando un sorriso.
https://66.media.tumblr.com/aac7346b...nkmno1_500.gif

Lady Gwen 06-06-2019 01.01.21

Attesi una mezz'ora, poi un'altra segretaria venne ad avvisarmi che potevo essere ricevuta.
Allora la seguii in una stanza, dove trovai un giovane uomo.
A dir la verità, più giovane di quanto me lo fossi aspettata.
Ma meglio così.
Ricambiai il sorriso e la stretta di mano, sedendomi.
"Mi chiamo Gwen Ygraal, mi sono laureata in fisica quantistica un paio di mesi fa ed ho all'attivo alcune pubblicazioni nella rivista accademica, alcune delle quali nate dalla collaborazione con il direttore del dipartimento di fisica, il professor Aurelius, certamente lo conosce" risposi con tono pronto e sorriso educato, porgendogli poi il mio curriculum.

Inviato dal mio Redmi Note 5 utilizzando Tapatalk

Guisgard 06-06-2019 01.08.08

"Beh, se volessimo assumere qui tutti i laureati in fisica saremmo allora saturi." Disse con un sorriso Elv. "Si, conosco il professor Aurelius. E' stato il mio docente." Annuendo appena divertito. "Mi dica il suo miglior pregio ed il suo peggior difetto, signorina." Accendendosi una sigaretta.

Lady Gwen 06-06-2019 01.12.37

Accennai un vago sorriso.
"E se noi neo-laureati dovessimo sentirci dire solo questo, beh, non dimostreremmo le nostre capacità a nessuno" ribattei, spontaneamente.
Troppo spontaneamente per accorgermene in tempo.
Accidenti...
Bella figura, al primo colloquio della vita, complimenti, brava...
Poi, mi chiese un pregio ed un difetto.
"Sono sicuramente molto testarda, caparbia. Il che può essere sia un pregio che un difetto, alle volte" risposi, con accennato divertimento.

Inviato dal mio Redmi Note 5 utilizzando Tapatalk

Guisgard 06-06-2019 01.21.40

Elv tirò una boccata di fumo e guardò Gwen.
"Se si ha talento" disse "prima o poi ci sarà l'occasione." Spense la sigaretta. "Testarda... si, è un pregio ed un difetto... preferirei perserveranza, ma vedremo..." chiudendo il pc davanti a lui, per poi spostarlo "... testiamo subito questo suo presunto pregio, signorina... mettiamo io sia un importante ricercatore... che in verità sono..." facendole l'occhiolino "... lei ha sviluppato una teoria importante e rivoluzionare circa l'antimateria... mi vede in un celebre ristorante mentre maggio da solo... lei deve assolutamente farvi ascoltare la sua teoria... prego, vediamo come farebbe..." divertito.

Lady Gwen 06-06-2019 01.38.03

Non ero molto d'accordo, a volte si doveva avere fortuna nel trovarsi nel posto giusto al momento giusto, ma avevo fatto già una gaffe per potermene permettere un'altra.
Tuttavia, non sembrava aver preso male la cosa.
Un punto in più per il professor Bell.
Poi sollevai un sopracciglio incuriosita mentre lo ascoltavo, sorridendo divertita al suo occhiolino e rimasi sorpresa.
Non mi ero aspettata una cosa simile.
Beh, dovevo dare il meglio di me, adesso.
Mi sistemai allora sulla sedia, facendo un po' di ordine in testa.
"Buonasera, professor Bell. Spero di non importunarla, ma dovevo assolutamente parlarle della mia nuova teoria sull'antimateria! Sono certa che scuoterà l'intera comunità accademica e sarei grata se un ricercatore del suo calibro collaborasse per svilupparla nella pratica!" il mio tono era stato convincere, deciso, determinato, di quelli che non muoverebbero un passo senza essere ascoltati e speravo che fosse ciò che voleva.
"Dunque? Sono andata bene?" Chiesi guardandolo con un sorriso sì speranzoso, ma anche in fondo divertito.

Inviato dal mio Redmi Note 5 utilizzando Tapatalk

Guisgard 06-06-2019 01.48.24

Elv ascoltò Gwen e poi sorrise.
"Allora, vediamo un pò..." disse "... mi trovo in uno dei ristoranti più esclusivi della città... con una bottiglia di vino che costa sui 15.000 euro... sto degustando ostriche come antipasto, linguine con frutti di mare... una tagliata al sangue... un'insalatina mista... qualche assaggio di formaggi... oltre a frutta, dolci ed un buon liquore... magari sto aspettando la mia assistente personale per una serata romantica... e lei spera che interrompa tutto ciò solo perchè una sconosciuta si presenta al mio tavolofarfugliando di teorie rivoluzionarie?" Rise piano. "Ragazza mia, non funziona così..." scuotendo la testa.

Lady Gwen 06-06-2019 01.53.31

Ascoltai attentamente.
Oh, quante storie...
"Beh, allora vedrò di non sviluppare teorie rivoluzionarie all'ora di cena" commentai, con un sorriso sornione, guardandolo con aria determinata e pacata al contempo.


Inviato dal mio Redmi Note 5 utilizzando Tapatalk


Tutti gli orari sono GMT +2. Adesso sono le 15.53.20.

Powered by vBulletin versione 3.8.9
Copyright ©2000 - 2019, Jelsoft Enterprises Ltd.
Copyright © 1998 - 2015 Massimiliano Tenerelli
Creative Commons License