Camelot, la patria della cavalleria

Camelot, la patria della cavalleria (http://www.camelot-irc.org/forum/index.php)
-   Cavalleria, Ordini Cavallereschi, Araldica (http://www.camelot-irc.org/forum/forumdisplay.php?f=9)
-   -   Ordini Cavallereschi I Cavalieri Teutonici (http://www.camelot-irc.org/forum/showthread.php?t=1365)

Guisgard 11-10-2010 18.42.19

I Cavalieri Teutonici
 
Per molti storici erano i rappresentanti dell’ordine cavalleresco più duro, più autoritario, talvolta ritenuto anche il più feroce.
La confraternita si formò a Gerusalemme nel 1128 secondo alcuni fonti, nel 1228 secondo altre, quando per soccorrere i crociati di origine germanica feriti alcuni mercanti di Brema e Lubecca organizzarono un ospedale sotto le mura della città assediata, innalzando tende cucite con le vele delle navi.
Al suo arrivo in Terrasanta, l’imperatore Federico II di Svevia decise di prendere l’ospedale sotto la sua protezione e nel 1192 Papa Celestino III riconobbe la nuova confraternita.
La trasformazione però in ordine cavalleresco avvenne solo nel 1198, in occasione della ritirata dell’esercito tedesco dalla Terrasanta.
http://www.homolaicus.com/storia/med.../Teutonici.jpg
A rendere grande l’Ordine dei Cavalieri Teutonici fu il Gran Maestro Hermann Von Salza.
Questi infatti non solo riuscì a guadagnare la piena fiducia dell’Imperatore Federico, ma ottenne anche l’approvazione da parete del Papa Onorio III che conferì all’ordine la più completa autonomia, sia in campo religioso, sia in campo civile.
E come i Templari e gli Ospedalieri (divenuto oggi l’Ordine dei Cavalieri di Malta), i Cavalieri Teutonici dovevano rispondere delle loro azioni solo davanti al Gran Maestro o al Papa.
http://www.germanici.altervista.org/...es/06/0620.jpg
Nel 1230 l’Ordine Teutonico si trasferì in Prussia, permettendo ai suoi cavalieri di crearsi un vero e proprio impero.
I Teutonici infatti costrinsero alla sottomissione le varie tribù pagane del luogo, costringendole a conversioni: agli scontri seguivano spesso battesimi di massa.
Lungo tutto il territorio germanico furono edificate fortezze, che i Teutonici utilizzarono come sedi del loro governo.
Tra il XII e il XIII secolo la potenza dell’ordine si allargò dalla Germania in Italia, in Armenia, in Boemia, a Cipro e perfino in Francia.
Espansione dell’ordine ad est fu bloccato solo grazie all’intervento del principe russo Alexander Nevskij nel 1240.
Ma solo nel 1410, in seguito alla sconfitta subita contro polacchi e lituani coalizzati, l’Ordine Teutonico cominciò a decadere.
http://www.oessg-lgimt.it/OESSG/vari...icrociati1.jpg
Per un certo periodo entrare nell’Ordine Teutonico fu relativamente semplice,: non era infatti necessario essere di sangue nobile, come per altri ordini cavallereschi.
Solo nel 1216 e nel 1284 due ordinanze papali sancirono che sarebbe stato necessario uno speciali permesso per i non nobili.
Oltre a pronunciare i voti caratteristici di tutti gli ordini cavallereschi (giuramento di obbedienza al Gran Maestro ed all’Istituto, impegno a difendere fino alla morte la Fede Cristiana), i Cavalieri Teutonici ricevevano un’iniziazione particolare.
I membri dell’ordine venivano infatti addobbati, ossia vestiti con le armi, secondo un rituale che molti definiscono ancora oggi di origine oscura e misteriosa.
Dopo aver ricevuto la spada, l’elmo, il giaco (la cotta di maglia), lo scudo triangolare, gli speroni e il budriere (la cinghia di cuoio che regge la spada) venivano colpiti dal padrino con un colpo di spada dato di piatto sulla nuca, in un simbolico gesto di purificazione.
La cerimonia aveva luogo di solito in occasione delle grandi feste liturgiche e per essere addobbato un cavaliere doveva avere almeno dieci anni anzianità.
http://www.germanici.altervista.org/...es/04/0418.jpg
Dei tre voti (di castità, povertà ed obbedienza) i Cavalieri Teutonici pronunciavano, l’obbedienza era sicuramente il più importante.
Gli iniziati dovevano sottostare ad un regime che non concepiva errori.
Alla più piccola disubbidienza i cavalieri infatti erano costretti a lavorare per un anno come prigionieri di guerra.
La minima insubordinazione equivaleva a morte certa.

Lady Dafne 11-10-2010 22.06.58

Concordo con voi, Sir Guisgard, l'ordine dei Cavalieri Teutonici era sicuramente uno dei più severi in assoluto...
In quanto a severità, mi ricordano quelle sette ebraiche precristiane come gli esseni anche se costoro non erano dei guerrieri ma più una congregazione di monaci molto tradizionalisti.

Morrigan 11-10-2010 23.14.35

Oh, che gioia... finalmente una nuova discussione su un altro ordine cavalleresco! :smile_clap:

Grazie, messere, avevo già avuto modo di chiedervi di parlarci di altri ordini, e con questo bel brano mi sento un po' esaudita (sebbene di certo non soddisfatta, chè mi aspetto altre notizie su altri cavalieri! ;))

I cavalieri Teutonici, ad ogni modo, hanno sempre esercitato un'attrattiva particolare. L'eco delle loro gesta, l'impeto battagliero e il rigore della loro regola li ha sempre distinti e ammantati di gran fascino.
Vi ringrazio inoltre di avermi riportato alla memoria quello splendido esempio (ahimè, contrario ai cavalieri di cui qui trattate!) di strategia militare che fu la "Battaglia del lago ghiacciato"... non me ne vogliate, vi prego, ma Alexander Nevskij è sempre stato uno dei miei eroi! :smile:

lady_Empi 11-10-2010 23.31.37

Molto interessante Sir Guiscard....

spero mi perdonerete se aggiungo una piccola curiosità campanilistica...

L'ordine si stabilì in Puglia nel 1197 per soddisfare le esigenze economiche di Terra Santa. In Palestina i crociati dipendevano dalle spedizioni di grano e di altre merci attraverso i porti di Puglia, dove inoltre si riunivano prima di imbarcarsi per la Terra Santa.

Uno dei primi insediamenti Teutonici nel Mezzogiorno, e nell’occidente, fu l’ospedale di S. Tommaso a Barletta, costruito dallo stesso ordine. (la mia città :laughing_lol1:)


Un ruolo importantissimo per l’Ordine, in Puglia , in Terrasanta e sul Baltico fu svolto dal gran maestro Hermann von Salza tanto da essere sepolto nella casa di Barletta nel 1239. (vi ho già detto che questa è la mia città? :D)

Le sue spoglie non sono giunte fino a noi così è sconosciuto il luogo dove venne seppellito, perché probabilmente quando l'Ordine smobilitò da Barletta le sue spoglie furono portate via dai Cavalieri dell'Ordine.

Guisgard 13-10-2010 00.58.12

Lady Morrigan: Come non condividere la vostra ammirazione per il leggendario principe Nevskij, milady :smile:

Lady Empi: Vi ringrazio, damigella, per le interessantissime informazioni che ci avete riportato.
Io, per esempio, non sapevo che il Gran Maestro Hermann Von Salsa, colui che rese grande l'Ordine Teutonico, fosse sepolto a Barletta!
Vi sono debitore :smile_lol:

Rohan 20-07-2011 19.30.28

Interessante e affascinante, non si parla spesso dei cavalieri Teutonici :smile: erano molto severi, chissà se hanno mai aperto una qualche base in Calabria :neutral_think:

llamrei 20-07-2011 21.12.55

Vi consiglio di leggere "i cavalieri di Cristo" di Demurger. Troverete tutte le risposte alle vostre domande sugli ordini cavallereschi e la loro istituzione

Rohan 20-07-2011 21.55.41

Allettante suggerimento dama Llamrei :smile:

Daniel 20-07-2011 22.25.27

Interessante non ero a conoscenza dell'esistenza di questo ordine di cavalieri!:smile: Grazie Sir Giusgard:D

Anne 21-07-2011 08.57.14

veramente molto interessante Guisgard....anche io non ne ero a conoscenza.....grazie infinite;)


Tutti gli orari sono GMT +2. Adesso sono le 22.58.11.

Powered by vBulletin versione 3.8.9
Copyright ©2000 - 2019, Jelsoft Enterprises Ltd.
Copyright © 1998 - 2015 Massimiliano Tenerelli
Creative Commons License