Camelot, la patria della cavalleria

Camelot, la patria della cavalleria (http://www.camelot-irc.org/forum/index.php)
-   Il palazzo delle arti (http://www.camelot-irc.org/forum/forumdisplay.php?f=17)
-   -   Passaggi, poesie, testi (http://www.camelot-irc.org/forum/showthread.php?t=65)

Eleanor 14-04-2017 12.57.58

Citazione:

Originalmente inviato da Altea (Messaggio 104751)
Non è un problema milady..presto conoscerete ogni singolo luogo :smile:

non riescco a trovare quella sezione

Altea 14-04-2017 13.03.25

Citazione:

Originalmente inviato da Eleanor (Messaggio 104752)
non riescco a trovare quella sezione

http://www.camelot-irc.org/forum/showthread.php?t=1762

Ecco milady..:smile:

Eleanor 14-04-2017 15.11.04

Citazione:

Originalmente inviato da Altea (Messaggio 104755)

Doppio inchino per avermi aiutata

Altea 01-05-2017 19.14.36

Maggio riempie aria di gelsomino
l' Alba pervade i sensi del suo odoroso fascino
inebriando sensi persi e dispersi da un sopito inverno
E' il fiore dell' estasi e passione
del romanticismo e soavità.
Or cammino con leggeri vesti tra selciati profumati di rosa
spargerò il cammino e le vesti di gelsomino
affinchè il tuo desio possa svegliare dopo sopite Albe


Altea

Altea 24-08-2017 18.13.10

La nave partì
nel molo vi era un odore misto a salsedine e sporcizia.
La seguivo quella barca e tu sorridente mi guardavi dal Ponte..

"Il ritorno è una dolce tortura
nel mio Cuor poesia pura.
Sfoglierò il nostro libro di ventura
di amori mai consumati, di parole non dette....
quelle parole che sono come le acque di questo mare..
Galleggianti....
Tornerai tra i posti ti videro felice, tra le selci di vecchi borghi
tra le felci di boschi incontaminati.
Acqua vedrai da cascate cristalline e renderanno il tuo spirito
forte e puro..come degno Cavaliere di Onore.
Combattimenti ardui dovrai debellare e forse stringerai quel mio
pegno d' amor donato...non sarò Angelica e tu non sarai Orlando...
sarò una Ginevra aspettandoti al ritorno della tua guerra...
onorando Camelot e la sua Tonda Tavola."

Altea

Altea 25-09-2023 18.59.59

"Si sta come
d’autunno
sugli alberi
le foglie."

Soldati - Giuseppe Ungaretti

“Soldati” è una delle più famose e corte poesie al mondo. Scritta da Giuseppe Ungaretti nel 1918, la poesia parla dell’esperienza di vita del poeta soldato in trincea verso la fine della Grande Guerra ed è stata composta nel Bosco di Courton.

da "Sololibri.net",


Tutti gli orari sono GMT +2. Adesso sono le 15.57.40.

Powered by vBulletin versione 3.8.9
Copyright ©2000 - 2024, Jelsoft Enterprises Ltd.
Copyright © 1998 - 2015 Massimiliano Tenerelli
Creative Commons License