Camelot, la patria della cavalleria

Camelot, la patria della cavalleria (http://www.camelot-irc.org/forum/index.php)
-   Il palazzo delle arti (http://www.camelot-irc.org/forum/forumdisplay.php?f=17)
-   -   Passaggi, poesie, testi (http://www.camelot-irc.org/forum/showthread.php?t=65)

Morris 14-08-2008 13.29.24

Possiamo parlare di Heavy Metal solo in privato, Milady: per motivi logistici, non posterò più alcunchè in merito.

Per quanto riguarda la musica classica, credo che non vi siano dubbi che sia la migliore......ma .....c'è sempre un "ma"!

Lady Mara 14-08-2008 17.54.49

Stanotte guardavo le stelle, pensavo che se non avessero avuto un nome le avrei chiamate ognuna con un motivo per cui volerti bene;cosi' ho fatto, mi sono accorta che non ci sono abbastanza stelle.

Morris 14-08-2008 20.18.00

Bella questa frase, milady: brava sul serio. In tutti i sensi.

Morris 15-08-2008 10.47.33

Il problema adesso è mio....credo che morirò ....senza di te....! Non sto scherzando!
Tu sei la cosa più bella che mi sia capitata in quest' ultimo anno!
Non ti voglio perdere di vista!
Scusami tanto, ma purtroppo è così!
Non farci caso, sono un defender..... soffrirò in silenzio.......
E' tutta colpa della mia sensibilità....tutta colpa della mia musica......non puoi capire cosa provo ...quando essa mi entra dentro e... immagino.. te: è un connubio folgorante....il cuore batte forte....ed io ...non posso far altro che ..cercare...di farlo stare...buono!

(By Morris - For Ale)

Morris 22-08-2008 21.02.16

Dolce la mia....., che si fida ad occhi chiusi di questo straniero errante
di un cavalier che conosce poco ma che forse ha sognato tanto
forse è per questo che sa alcuni suoi modi ed usanze
Ti accarezzo il viso dolcemente e appoggio le mie labbra sulle tue guance .....e poi te ne sfioro il collo e torno sempre su di esse....fino a quando non si fan calde!
Dormi serena, dormi tranquilla, perchè star qui con te è una meraviglia!

(by Morris)

Morris 25-08-2008 20.05.32

Kamelot : Anthem
 
Dedicata al mio Sire: ogni tanto, potreste ascoltare quella musica che è nascosta dentro di Voi..e della quale avete timor ..che vi piaccia!?

http://it.youtube.com/watch?v=C2aYDXn6whY

Morris 26-08-2008 19.06.34

Kamelot: Rule the word
 
Dedicata a Sir Steel Jax.

http://it.youtube.com/watch?v=qJeqUW-T5hE

Morris 31-08-2008 21.56.54

(Sono d'accordo Lady llamrei, avete ragione! Provvedo da subito!)

llamrei 01-09-2008 11.38.51

miei cari...la tecnologia litiga spesso con me... anche ultimamente visto che le casse del mio mezzo di comunicazione con Camelot non funzionano...e comunque sia, indipendentemente da questo piccolo particolare..non si era forse chiesto di evitare di postare brani musicali? Se tutti noi postassimo la musica che ci aggrada...il forum sarebbe intasato di brani musicali dei generi più disparati...limitiamoci a "parlare", ve ne prego. Buon giorno miei cari amici

Morris 02-09-2008 10.31.44

Helloween: Il Tempo Del Giuramento
 
In un cerchio di fuoco
In una fredda notte d’ inverno
Ho espresso il mio desiderio
Fatto una promessa
Non avrei potuto tirarmi indietro, no!

In un sogno
Egli si avvicinò e mi disse “la tua ora è giunta la Tua mente
Mi appartiene”

E’ il tempo del giuramento
Il tempo del giuramento
Le mie più dolci memorie muoiono al freddo
E’ il tempo del giuramento

Mi vedi coperto dalla tristezza
E presto desidererò morire
Quando una pazzia soverchiante
Mangerà la mia mente

Il qui e l’ adesso
Rivolgo lo sguardo indietro ad un tempo migliore
Niente più menzogne – lentamente do l’ addio
E’ il tempo del giuramento
Il tempo del giuramento
Le mie più dolci memorie muoiono al freddo
E’ il tempo del giuramento


In un sogno
Egli si avvicinò e mi disse “la tua ora è giunta lentamente dai l’ addio”
E’ il tempo del giuramento
Il tempo del giuramento
Le mie più dolci memorie muoiono al freddo
E’ il tempo del giuramento

Morris 02-09-2008 22.18.32

Amorphis: Nato dal Fuoco
 
Ho una mente , una buona memoria
Ecco come inizia la mia vita
Non sono nato dal ventre di una donna
Ma dal fuoco

Dimoro su questo sogno
Non voglio farlo sfumare
Trattengo questo sogno
Fino a quando l'ascia non avrà svolto tutto il lavoro

Ero tenuto sotto il tavolo
Sollevato dai loro respiri
Ero inutile fino al giorno
In cui le fiamme fecero tutto il lavoro

Il giorno in cui nacqui
Essi mi negarono i miei diritti
Anche il diritto di morire

Morris 03-09-2008 18.42.08

TOTO' : A Livella
 
'A livella

Ogn'anno,il due novembre,c'é l'usanza
per i defunti andare al Cimitero.
Ognuno ll'adda fà chesta crianza;
ognuno adda tené chistu penziero.
Ogn'anno,puntualmente,in questo giorno,
di questa triste e mesta ricorrenza,
anch'io ci vado,e con dei fiori adorno
il loculo marmoreo 'e zi' Vicenza.
St'anno m'é capitato 'navventura...
dopo di aver compiuto il triste omaggio.
Madonna! si ce penzo,e che paura!,
ma po' facette un'anema e curaggio.
'O fatto è chisto,statemi a sentire:
s'avvicinava ll'ora d'à chiusura:
io,tomo tomo,stavo per uscire
buttando un occhio a qualche sepoltura.
"Qui dorme in pace il nobile marchese
signore di Rovigo e di Belluno
ardimentoso eroe di mille imprese
morto l'11 maggio del'31"
'O stemma cu 'a curona 'ncoppa a tutto...
...sotto 'na croce fatta 'e lampadine;
tre mazze 'e rose cu 'na lista 'e lutto:
cannele,cannelotte e sei lumine.
Proprio azzeccata 'a tomba 'e stu signore
nce stava 'n 'ata tomba piccerella,
abbandunata,senza manco un fiore;
pe' segno,sulamente 'na crucella.
E ncoppa 'a croce appena se liggeva:
"Esposito Gennaro - netturbino":
guardannola,che ppena me faceva
stu muorto senza manco nu lumino!
Questa è la vita! 'ncapo a me penzavo...
chi ha avuto tanto e chi nun ave niente!
Stu povero maronna s'aspettava
ca pur all'atu munno era pezzente?
Mentre fantasticavo stu penziero,
s'era ggià fatta quase mezanotte,
e i'rimanette 'nchiuso priggiuniero,
muorto 'e paura...nnanze 'e cannelotte.
Tutto a 'nu tratto,che veco 'a luntano?
Ddoje ombre avvicenarse 'a parte mia...
Penzaje:stu fatto a me mme pare strano...
Stongo scetato...dormo,o è fantasia?
Ate che fantasia;era 'o Marchese:
c'o' tubbo,'a caramella e c'o' pastrano;
chill'ato apriesso a isso un brutto arnese;
tutto fetente e cu 'nascopa mmano.
E chillo certamente è don Gennaro...
'omuorto puveriello...'o scupatore.
'Int 'a stu fatto i' nun ce veco chiaro:
so' muorte e se ritirano a chest'ora?
Putevano sta' 'a me quase 'nu palmo,
quanno 'o Marchese se fermaje 'e botto,
s'avota e tomo tomo..calmo calmo,
dicette a don Gennaro:"Giovanotto!
Da Voi vorrei saper,vile carogna,
con quale ardire e come avete osato
di farvi seppellir,per mia vergogna,
accanto a me che sono blasonato!
La casta è casta e va,si,rispettata,
ma Voi perdeste il senso e la misura;
la Vostra salma andava,si,inumata;
ma seppellita nella spazzatura!
Ancora oltre sopportar non posso
la Vostra vicinanza puzzolente,
fa d'uopo,quindi,che cerchiate un fosso
tra i vostri pari,tra la vostra gente"
"Signor Marchese,nun è colpa mia,
i'nun v'avesse fatto chistu tuorto;
mia moglie è stata a ffa' sta fesseria,
i' che putevo fa' si ero muorto?
Si fosse vivo ve farrei cuntento,
pigliasse 'a casciulella cu 'e qquatt'osse
e proprio mo,obbj'...'nd'a stu mumento
mme ne trasesse dinto a n'ata fossa".
"E cosa aspetti,oh turpe malcreato,
che l'ira mia raggiunga l'eccedenza?
Se io non fossi stato un titolato
avrei già dato piglio alla violenza!"
"Famme vedé..-piglia sta violenza...
'A verità,Marché,mme so' scucciato
'e te senti;e si perdo 'a pacienza,
mme scordo ca so' muorto e so mazzate!...
Ma chi te cride d'essere...nu ddio?
Ccà dinto,'o vvuo capi,ca simmo eguale?...
...Muorto si'tu e muorto so' pur'io;
ognuno comme a 'na'ato é tale e quale".
"Lurido porco!...Come ti permetti
paragonarti a me ch'ebbi natali
illustri,nobilissimi e perfetti,
da fare invidia a Principi Reali?".
"Tu qua' Natale...Pasca e Ppifania!!!
T''o vvuo' mettere 'ncapo...'int'a cervella
che staje malato ancora e' fantasia?...
'A morte 'o ssaje ched''e?...è una livella. 'Nu rre,'nu maggistrato,'nu grand'ommo,
trasenno stu canciello ha fatt'o punto
c'ha perzo tutto,'a vita e pure 'o nomme:
tu nu t'hè fatto ancora chistu cunto? Perciò,stamme a ssenti...nun fa''o restivo,
suppuorteme vicino-che te 'mporta?
Sti ppagliacciate 'e ffanno sulo 'e vive:
nuje simmo serie...appartenimmo à morte!"


www.antoniodecurtis.com

Morris 07-09-2008 21.32.39

La vita fugge e non s'arresta un'ora
 
La vita fugge e non s'arresta un'ora:
E la morte vien dietro a gran giornate;
E le cose presenti e le passate
Mi danno guerra, e le future ancora.
E 'l rimembrar e l'aspettar m'accora
Or quinci or quindi sì, che 'n veritate,
Se non ch'i' ho di me stesso pietate,
I' sarei già di questi pensier fôra.
Tornami avanti s'alcun dolce mai
Ebbe 'l cor tristo; e poi dall'altra parte
Veggio al mio navigar turbati i venti:
Veggio fortuna in porto, e stanco omai
Il mio nocchier, e rotte àrbore e sarte,
E i lumi bei, che mirar soglio, spenti.


dal Canzoniere ...di Francesco Petrarca (1304-1374)

Morris 09-09-2008 00.19.52

Poesie personali
 
Fluttua
alta
nell'immenso cielo
la Luna
divina
donatrice di speranze.
Tra le stelle
e le gelide nuvole
osserva
gli uomini
sospirare e
morire.
I suoi raggi
irradiano
la Terra
illuminandola
con luce brillante.
Inonda d'amore
e di vita
coloro che in Lei
credono
e che in Lei
si confondono,
nel suo spendore.
Ed io,
infinitamente devota
alla sua essenza
e alla sua magia
offro le mie lacrime
ed il mio cuore
a Colei
che tutto può
e tutto è.
Offro il mio genio,
la mia passione,
la mia fede,
tutto il mio mondo,
tutto ciò che sono.
Tutto
alla mia Dea.


by Luisa Feè

Morris 09-09-2008 20.28.32

Poesie personali
 
Fredda e dura come roccia vorrei essere
innalzarmi intoccabile sopra cieli

imponente e maestosa come quercia
osservare dall'alto il mondo

libera e leggera come Aria
fluttuare al di là dei pensieri

solida e sicura come Terra
possedere con fermezza la mia vita

luminosa e scottante come Fuoco
infliccere cicatrici e restare immune

limpida e senza limiti come Acqua
purificare con la mia essenza

bella e maledetta come la notte
amica e nemica dell'amore

divina e dolce come la Luna
irradiare luce d'opale ai cuori

dispettosa e evanescente come le Fate
avvicinarmi solo a chi è degno

aggressiva e sensuale come una pantera
sinuosamente camminare tra la gente

furba e maliziosa come una volpe
afferrare solo gli acini colorati

passionale e vaga come la musica
attingere all'infinito oltre le cose

sensibile e potente come la magia
legare le coscienze al mio animo

sacra e intoccabile come la Natura
mettere le radici al cuore della vita.

Ma ne sono dentro e fuori.
Fragilmente.

(Luisa Fee')

Ninive Shyal 12-09-2008 12.55.15

Non è all'altezza delle poesie che avete postato magari, ma a me piace tanto:
In me combatte lei e lei vince in me, e io vivo e respiro in lei e ho da lei la vita e l'esistenza (don Chisciotte parlando di Dulcinea, cap.xxx, 1° libro)


Che dolce ...

Morris 12-09-2008 20.13.43

Citazione:

Originalmente inviato da Ninive Shyal (Messaggio 4241)
Non è all'altezza delle poesie che avete postato magari, ma a me piace tanto:
In me combatte lei e lei vince in me, e io vivo e respiro in lei e ho da lei la vita e l'esistenza (don Chisciotte parlando di Dulcinea, cap.xxx, 1° libro)


Che dolce ...


Eccellente, Milady, come il voto che meritate per averla pubblicata!
Piace tanto anche a me: è bello condividere qualcosa con qualcuno...è molto raro ormai, siamo troppo orgogliosi per accennarne il piglio.
Vi abbraccio, Lady Ninive, mi manca tanto il Vostro calore, perchè è molto sincero!

Ninive Shyal 13-09-2008 12.29.22

Citazione:

Originalmente inviato da Morris (Messaggio 4250)
Eccellente, Milady, come il voto che meritate per averla pubblicata!
Piace tanto anche a me: è bello condividere qualcosa con qualcuno...è molto raro ormai, siamo troppo orgogliosi per accennarne il piglio.
Vi abbraccio, Lady Ninive, mi manca tanto il Vostro calore, perchè è molto sincero!

Grazie ... però così mi fate diventare rossa modello pomodoro ... :o

Morris 14-09-2008 18.49.55

Dedicata a Lady Ninive: YGGDRASILL
 
Io stesso immolato a me stesso
il corpo piegai dolorante:
dei numi vi ho dato un riflesso
di forza elevata, accecante.
Le rune da terra raccolsi,
si ruppe del tempo la quiete;
tremarono il cuore e i miei polsi,
svelando nozioni segrete.
Un dono terribile ho offerto:
inizia ai mortali un ricordo,
dai suoni si forma un concerto,
dai segni risuona un accordo.
Memoria di fasti celesti,
scrittura sciamana e indovina:
agli uomini sempre ridesti
ricordo di fiamma divina.

(Michele Fabbri)

Ninive Shyal 15-09-2008 19.55.32

E' bellissima! Ed è la prima volta che mi dedican una poesia. Grazie.

:smile:

Morris 15-09-2008 21.55.45

Siete stata impeccabile, sempre, nei miei riguardi, Lady Ninive!
Mai una parola fuori posto, mai un tono scortese!
Ne meritate un'altra...

IN LODE DELLA DONNA MIA
Anche Gunda è una dea: sguardo celeste.
Sparsa nei cento rivoli i capelli,
esaudisce di Amore le richieste:
svela ultramondi dagli occhi suoi belli.
La vergine fanciulla è gioia e feste,
tutta agghindata in splendidi gioielli.
Grazia sublime plasma la sua veste:
immagine del segno dei gemelli.
Dalla sua voce accenti musicali,
intreccio alla caviglia il tatuaggio:
simboli arcani e segni zodiacali.
Aura d’incenso è l’amica mia,
apprestata alle nozze d’alchimia:
a lei soltanto devo fare omaggio.

(Michele Fabbri)

Ninive Shyal 18-09-2008 18.22.42

Queste poesie son davvero belle, hanno un'aria antica. Posso chiedervi dove le trovate? (o sono vostre?)

Morris 18-09-2008 20.26.02

Citazione:

Originalmente inviato da Ninive Shyal (Messaggio 4305)
Queste poesie son davvero belle, hanno un'aria antica. Posso chiedervi dove le trovate? (o sono vostre?)

Sono di Michele Fabbri:
http://www.centrostudilaruna.it/michelefabbripoesiesparse.html

Sono molto belle...raramente apprezzo la poesia degli altri!

Ninive Shyal 19-09-2008 13.01.03

Grazie mille :smile: Mi piacciono davvero molto, avete buoni gusti in fatto di poesia.

Morris 19-09-2008 21.30.02

Graal
 
Scioglie linguaggi di pietra tagliata,
e contrappunti, fitti di mistero,
frantumano la gotica vetrata:
la cattedrale. Non so più dov’ero.
La coppa non si vede, si è eclissata;
cercala dentro, fremito sincero.
E la parola è Dio, transustanziata:
suoni affilati svelano il sentiero.
Veglie e digiuni mi hanno reso forte:
rispondo a un’esigenza, alla mia logica,
pregando San Giovanni del Silenzio.
In questa dimensione mi potenzio,
e aspetto la catastrofe ecologica:
il Cristo che risorge dalla morte.

(Michele Fabbri)

llamrei 20-09-2008 21.27.11

Per i suoi nobili baroni
ciascuno dei quali si credeva migliore,
ognuno si considerava il migliore
e non si poteva trovare uno peggiore degli altri,
Artù fece la Tavola Rotonda
su cui i Bretoni raccontano tante favole.
Lì sedevano i vassalli,
tutti in primo piano e tutti uguali;
sedevano in modo uguale alla tavola
e in modo uguale erano serviti.
Nessuno di loro poteva vantarsi
di sedere più in alto del suo pari;
tutti erano seduti nel mezzo
e non c'era nessuno ai margini.

(Wace; Roman de Brut - vv. 9747/9760)

llamrei 20-09-2008 21.27.38

In quel periodo di grande pace,
non so se l'avete sentito,
furono dette le meraviglie
e trovate le avventure
che tanto si raccontanno di Artù
da essi trasformate in favole.
Non è pura menzogna, nè pura verità,
non è pura follia, ne pura saggezza.
I giullari hanno tanto raccontabellire i loro racconti,
e i favellatori tanto favoleggiato
per abbellire i loro racconti
che tutto han fatto sembrare favola.

(Wace, Roman de Brut - vv. 9787-9798)

Morris 20-09-2008 23.02.13

Agli eroi
 
Dulce et decorum est pro patria mori
anche nel tempo spastico e incoerente
che ci è toccato in sorte, senza allori.
Ma qualcuno sarà riconoscente:
Dio non voglia che tombe senza fiori
sommergano il passato eternamente,
che il male ci addormenti nei torpori,
che quest’assurdo ci affoghi nel niente.
Anche gli eroi dei tempi ultimi avranno
un loro tempio nel cuore dei giusti,
dove una fiamma brucia tutto l’anno
a rischiarare la notte infernale
sotto il regno feroce degli ingiusti.
È eterna questa luce contro il male.

Morris 21-09-2008 21.37.56

Itaca
 
Non smette di ritessere la tela,
e quel lavoro sfida l’arroganza
di chi approfitta della lontananza
di suo marito, illuso dalla vela.
Aspetta con pazienza, e non anela
a scatti di una sciocca esuberanza:
spende una vita che resiste a oltranza
nell’ordito di quella ragnatela.
Anch’io, come Penelope, mi sfibro.
Spero, come Argo, eventi maturati
nell’intarsio del tempo rarefatto,
e affido con fiducia a questo libro
il canto dei miei versi cesellati:
antidoto ad un vivere artefatto.

(Michele Fabbri)

Morris 05-10-2008 20.18.05

Sleeping sun - by Nightwish
 
http://it.youtube.com/watch?v=xoDzlUPjhdI

llamrei 04-11-2008 21.08.30

Lo abbraccia e s’abbandona distesa,
gli bacia la bocca ed il viso
e strettamente a sé lo stringe,
corpo a corpo, bocca a bocca, s’abbandona,
il suo spirito allora rende,
e muore così al suo fianco
per il dolore del suo amico.
Tristano è morto per il suo desiderio,
Isotta perché in tempo non poté giungere;
Tristano è morto per suo amore
e la bella Isotta di tenerezza.
(Tristano e Isotta - Thomas)

gwen 04-11-2008 22.31.37

Citazione:

Originalmente inviato da llamrei (Messaggio 2190)
Se non ci fosse sir Morris.....:smile_wave_lady: :smile_angel:
Vi dovremo clonare sir :smile_clap: :smile_clap:

si... per piacere cloniamolo!!!
meraviglioso....
grazie...:smile_clap:

Morris 04-11-2008 23.04.51

Sono grato alle parole di Lady llamrei e alle nuove vostre, Lady Gwen.

Sono qui, in ginocchio, per voi, mia splendida signora!

llamrei 05-11-2008 09.50.01

Di queste case
Non è rimasto
Che qualche
Brandello di muro
Di tanti
Che mi corrispondevano
Non è rimasto
Neppure tanto
Ma nel cuore
Nessuna croce manca
E’ il mio cuore
Il paese più straziato
(Ungaretti)

E' una tra le poesie più belle che io conosca. Spero riesca a colpire anche voi come ha colpito me

Sir Emanuel 05-11-2008 15.11.18

Molto bella milady:smile_clap: ma anche triste:(, la sua bellezza è legata propio alla sua tragicità...alla sua verità.
Le case si possono ricostruire ma i cuori se veramente rotti, rimangono tali per sempre.

gwen 06-11-2008 16.02.52

Le case si possono ricostruire ma i cuori se veramente rotti, rimangono tali per sempre.[/quote]


già....

Morris 06-11-2008 18.54.44

Bisogna lasciare aperte le porte del cuore!
E' solo apparentemente infranto, e lo capisci solo quando incontri il vero amore: esso ti fa comprendere che quello precedente è nulla in confronto!
Prima o poi arriva, basta non farsi trovare impreparati!

Parola di Morris

llamrei 06-11-2008 20.47.56

sono contenta che la poesia di Ungaretti abbia incontrato il vostro favore. Io la trovo stupenda :smile:

gwen 06-11-2008 23.22.39

se posso dire la mia... credo che chi gira da queste parti non può non amare la poesia, chiaramente i gusti possono variare, ma a mio avviso ci sono alcuni passaggi della nostra letteratura..che sono, non so come definirli... fondamentali, credo.
uno di questi è Ungaretti, testimone del primo grande sconvolgimento mondiale causato dalla guerra così come purtroppo la intendiamo noi "moderni", la guerra di trincea, logorante, fatta di strategie militari innovative, basata sul logoramento fisico e psichico di chi sta al fronte, ore e ore in attesa della mano del destino.
la morte non arriva più per mano del valoroso nemico, sul campo di battaglia, fra le urla e i cori dei guerrieri delle opposte fazioni.
la morte arriva dal cielo, armi sempre più potenti generano lo sterminio senza scampo in pochissimi attimi.
l'uomo attraverso la scienza incontra l'inquietudine.
e la poesia diventa il tramite di questa inquietudine che cresce, muore la rima, scompare la metrica o per lo più camba forma e contesto.
l'inquietudine si esprime meglio attraverso il respiro "corto" delle poesie di Ungaretti, poche semplici parole essenziali, prendono il posto delle rime ridondanti di qualche decennio più "vecchie"..
scusate.. non voleva essere una lezione... ma mi appassiona la poesia!
:smile_wub::smile_wub::smile_wub:

Morris 06-11-2008 23.39.27

Adesso per Gwen
 
Il mio cuore grida al tuo
perchè non ho più voce in gola

Le mie lacrime escon fuori
prima ancora che il mio pianto abbia inizio

Il mio pugno sbatto forte sulla terra
prima ancora che la mia rabbia si scateni

Tutto ciò che accade intorno non può sfiorarmi
fino a quando il tuo sguardo veglierà sul mio

L'essere immanente non appaga
trascendi uomo e avvertirai il senso della vita.


Tutti gli orari sono GMT +2. Adesso sono le 15.30.46.

Powered by vBulletin versione 3.8.11
Copyright ©2000 - 2024, Jelsoft Enterprises Ltd.
Copyright © 1998 - 2015 Massimiliano Tenerelli
Creative Commons License